Post

Senza se e senza ma

Senza “se solo i musulmani fossero civilizzati..”

Senza “se questo è quello che pianificano nelle moschee allora chiudiamole tutte”

Senza “se accogliamo questi terroristi e loro ci ringraziano così meglio rispedirli a casa”

Senza “ma allora Breivik e le stragi europee?”

Senza “ma alla fine ve la prendete sempre col negro di turno”

Senza “ma è stata un’operazione orchestrata dall’Occidente come l’11 Settembre”.

Solo silenzio, tanto silenzio e un po’ di rispetto. Anche da parte dei tanti esimi intellettuali che popolano il web.

12 persone sono state barbaramente uccise in centro a Parigi da terroristi che gridavano “Allah Akbar”. Gridavano “Allah Akbar” anche in tanti a place de la Rèpublique ieri pomeriggio, a dimostrazione della grande forza del popolo francese e della sua capacità di reagire immediatamente e unitamente.

L’attacco terroristico avrà pesanti ripercussioni politiche, è evidente.

Ma ieri la Francia intera ha dimostrato di essere un Paese unito: un Paese cristiano, musulmano, buddista, confuciano, animista che condanna ogni tipo di violenza, da qualunque parte essa venga.

A chi non riesce a versare una lacrima per l’orrenda strage di ieri perché c’è sempre qualcos’altro da ricordare, un po’ come chi ad ogni 11 Settembre sottolinea il fatto che bisognerebbe ricordare più quello del 1973 che non quello del 2001, dico solo una cosa: se dei terroristi islamici uccidono dodici tuoi connazionali, non rendi il mondo un posto migliore dicendo “ma allora l’11 Settembre in cui fu ucciso Allende?”.

Ricordiamo tutte le stragi ogni giorno, senza distinzione, e rigettiamo la follia secondo cui ci sarebbe una società civilizzata che dovrebbe insegnare ad una società di barbari come ci si comporta.

Piuttosto che la scienza politica del “sì, ma allora quest’altro” abbracciamo una condanna unita e senza distinzioni verso ogni tipo di violenza e terrore, da qualunque parte essi vengano.

 

senza se e senza ma

Annunci
Standard

2 thoughts on “Senza se e senza ma

  1. Sicché mi trovo spesso a leggere gli articoli di Politikandiah, e dunque a riflettere su quale apporto rechino le nostre rifessioni pubblicate su questa ed altre piattaforme, mi piacerebbe chiedere a Giulio Rosso quale utilità abbia il suo commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...