Post

Susy in the sky with diamonds

“E’ finito il tempo delle deleghe in bianco. Da lunedì assemblee in tutti i luoghi di lavoro e mobilitazioni in tutti i territori con strumenti sia classici che creativi. Sarà l’inizio di una stagione di mobilitazione che si articolerà non solo con le grandi manifestazioni, ma anche in tutti i territori. Tutta la discussione di questo periodo è puntata a dividere, a partire dal lavoro. Noi dobbiamo fare quello che sappiamo: unire i lavoratori”.

Ogni volta che sento parlare Susanna Camusso mi sembra di entrare in una macchina del tempo e tornare a venti, trenta anni fa.

Nel frattempo però il mondo della produzione e dei consumi è cambiato. Il ciclo di vita di prodotti e aziende è cambiato.

Come ha scritto Ivan Scalfarotto sul suo blog qualche giorno fa “il problema della tutela del lavoro oggi sta proprio in questo tipo di passaggio, dinamico, da un lavoro all’altro e non può consistere nel forzare il mercato del lavoro in un contesto statico che semplicemente non esiste più. Una persona che entrasse oggi nel mondo del lavoro avrebbe la realistica aspettativa di cambiare almeno 7 posti di lavoro nell’arco della sua vita lavorativa. Questo è il mondo di oggi, e non riconoscerlo, come fa il sindacato, significa semplicemente ignorare un dato di realtà.”

E invece no: azienda=cattivi, lavoratori=buoni, Renzi+Marchionne=cattivissimi. Capitale vs. lavoro.

Questo articolo non è un invito a liberarsi dell’articolo 18 o ad accettare il Jobs Act così com’è senza battere ciglio. Tutt’altro. Se ne discuta, se ne parli nei contesti adatti e lo si migliori.

Ma con in mente una cosa fondamentale: che il mondo di oggi non è quello di trent’anni fa.

 

 

Processed with Moldiv

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...