Post

Forza Olanda

Brasile-Germania era la partita che nessun italiano avrebbe voluto vedere come semifinale dei Mondiali, perché significava che una delle due nostre storiche avversarie si sarebbe necessariamente andata a contendere il titolo in finale.

Germania fu. Il 7-1 però non se lo aspettava nessuno.

Senza Neymar e Thiago Silva, il Brasile ha dimostrato in maniera evidente e non più contestabile quello che è: una squadra di dilettanti. Con una difesa degna della Sambenedettese dei periodi migliori ed un attacco gestito da una banda di scarsones: una baracca che veniva tenuta in piedi da un fenomeno vero come Neymar e dal capitano Thiago Silva.

Schierarsi a inizio partita è stata dura: a tifare Germania proprio non ci si riesce per una infinità di ragioni, ma questo Brasile meritava un bel bagno di umiltà.

Già dalla prima partita con la Croazia  l’atmosfera quasi religiosa che accompagnava ogni partita del Brasile risultava piuttosto irritante. I giocatori brasiliani erano convinti di essere quasi dei predestinati e che a spingerli fino alla vittoria finale fosse una qualche forma di soffio divino: da qui le infinite preghiere di David Luiz e co., tutti prostrati o inginocchiati a inizio e fine partita, come in stato di estasi.

Su, dai: più che vera religiosità a me pareva stucchevole teatralità.

L’apice del fastidio però è stato raggiunto ieri sera quando, durante l’inno del Brasile, Julio Cesar e David Luiz hanno esposto e stretto la maglia di Neymar: a questo punto il briciolo di simpatia rimasto per i brasileiros si è dissolto, e tra amici ci siamo tutti augurati che il Brasile ne prendesse una valanga.

Stasera Olanda-Argentina: chiunque vinca sarà la squadra per cui tiferò in finale.

Olanda-Germania sarebbe una finale molto equilibrata, gli orange sono una squadra solida che di motivi per meritare il titolo ne ha una infinità: si pensi solo che Van Persie, Robben, Snejder e tutta la banda di campioni non hanno mai vinto nulla tra Mondiali ed Europei.

L’Argentina che si è vista in questo Mondiale invece è una squadra traballante e incerta, perennemente nelle mani di Messi e degli altri fenomeni là davanti: quanto potrebbe resistere di fronte ad una corazzata che ne ha fatti 5 in mezz’ora ai verdeoro?

Stasera si tifa Olanda: non sono psicologicamente pronto per vedere la Germania alzare la coppa del mondo.

Netherlands v Hungary - FIFA 2014 World Cup Qualifier

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...